O Bacardi Whitchurch - Regno Unito

Bacardi Processo
Bacardi Macchinario
Bacardi Abiente Esterno

Bacardi ha scelto di installare una caldaia Uniconfort per installare una sede produttiva in Inghilterra

Fa una scelta ‘verde’ la Bacardi drinks, la nota multinazionale produttrice di bevande alcoliche, che ha deciso di installare in una sede produttiva in Inghilterra una caldaia Uniconfort alimentata a biomasse solide . Una decisione che non solo porta alla diminuzione di emissioni di CO2 nell’atmosfera, ma anche a dimezzare i costi energetici di una fase del processo produttivo.

ACOLICI VERDI

La Bacardi è una multinazionale leader mondiale per la produzione di gin e altre bevande alcoliche, con diversi sedi in molti Paesi. In Inghilterra il suo maggiore fornitore è The Bombay Drinks Company, noto per il famoso Blue Sapphire Gin. L’azienda inglese si è trovata ad affrontare l’aumento dei costi dell’olio combustibile che alimentava I suoi impianti per la sterilizzazione delle bottiglie. Aumenti che minacciavano di mettere in discussione la redditività del business. Spinto dagli incentivi previsti dalla normativa inglese ma anche dalle caratteristiche ‘green’ delle biomasse solide, si è rivolta a Uniconfort.

UNA CALDAIA VERSATILE

Uniconfort ha progettato un impianto in grado di utilizzare diversi materiali come combustibile per proteggere così l’azienda dal possibile aumento dei costi delle biomasse: pellet acquistabile sul mercato ma anche cippato di legno riciclato e, in piccola percentuale, gli scarti vegetali residui del processo di produzione del Sapphire Gin. Una progettazione complessa, ma non per l’azienda veneta, l’unica realtà al mondo in grado di valorizzare energeticamente scarti di produzione e diversi combustibili nel medesimo impianto.

CHE PRODUCE FORTI RISPARMI

La caldaia può bruciare 1.500 chilogrammi l’ora di combustibile, per una potenza termica di 900.000 chilocalorie e 1 Mw elettrico. Il risparmio sul conto energetico è del 45%, che raggiunge il 60% aggiungendo gli incentivi governativi. L’azienda potrà ammortizzare l’investimento in soli 30 mesi!

NON SOLO EMISSIONI ZERO DI CO2

Nella progettazione si è tenuto conto anche delle limitazioni relative alle emissioni di gas e di ceneri, rispettando le restrittive norme inglesi: NOx (ossido di azoto) sotto i 150 mg/mm3, e polveri sottili sotto i 60 mg/mm3.

IL RISULTATO?

Il calore ad un ospedale deve essere garantito sempre, in ogni momento. Il funzionamento sicuro, efficiente e continuativo è assicurato, come sempre, dalla teleassistenza offerta da Uniconfort mediante software che permettono di tenere monitorate a distanza le caldaie.

I NUMERI DELL'IMPIANTO

  • Caldaia: EOS
  • Potenza: 1 MWt
  • Combustibile: cippato
  • Produzione: motore

Condividi: